Nuccio Di Paola

Ingegnere Informatico, Innovatore, Sognatore…

Nuccio Di Paola - Ingegnere Informatico, Innovatore, Sognatore…

Buon 2015

android-2015Quello che si è chiuso è stato per me un anno ricco di emozioni e soddisfazioni difficili da descrivere all’interno di un post! Fra tutte sicuramente la nascita del mio piccolo Flavio è stata l’emozione più grande!

Ma come dimenticare il passaggio al ruolo nazionale come arbitro di volley, la nascita della community Google Developer Group Gela, la nascita dell’aps #SHIPLAB, il successo di Bleenka, il successo di #MIRIFIUTO e la nascita di nuove startup grazie anche al mio piccolo contributo!

Sicuramente dimentico qualcosa ma sono stante veramente tante le iniziative e le cose fatte nel 2014 nonostante il periodo di crisi!

Per il 2015 l’obiettivo è continuare a fare pernacchie a questa crisi economica con nuove iniziative ed idee!

Auguro a tutti voi i migliori propositi per il nuovo anno e ricordate che “Il futuro appartiene a coloro che credono nella bellezza dei propri sogni”!

Bleenka riceve investimento di 150 mila euro

foto di gruppoVenedì 14 Novembre 2014 Bleenka ha ricevuto un investimento di 150 mila euro per poter iniziare la scalata alle multinazionali mondiali che negli ultimi anni hanno registrato fatturati da capogiro nel settore del dating.
Passione, impegno, determinazione e professionalità sono alcune delle parole chiave che hanno portato il team Bleenka, capeggiato dall’ideatore e CEO Ing Luca Martino, ad ottenere un risultato che non viene considerato un traguardo ma un punto di partenza.
Mentre in molti scappano dall’Italia o preferiscono solamente criticare lo stato attuale delle cose i ragazzi del team Bleenka, che oggi sono diventati soci, si sono rimboccate le maniche ed hanno utilizzato ogni minuto del loro tempo libero ad inseguire un sogno.
Enzo Leonardi, Mario Refetto, Salvo Cammisuli, Salvatore Diana, Nuccio Di Paola, Massimiliano De Benedetti, Gianni Caputo, Carmelo Zappalà, Marco Rinaldi; sono questi i nomi di ingegneri, informatici, grafici che vogliono ancora scommettere sulla possibilità di fare impresa in Italia anche lanciando sfide a colossi multinazionali.
A credere nell’idea e nel capitale umano alcuni investitori provenienti da tutta Italia.

Bleenka nata inizialmente dall’idea di un gelese ha, nel corso del tempo, abbracciato tutta l’Italia e superato i confini! Il social network infatti conta ad oggi più di 50 mila iscritti e adesso con il primo finanziamento tenderà ad accrescere in maniera esponenziale questi numeri!
Il finanziamento è arrivato dopo la campagna avviata su SiamoSoci dove sono stati esposti tutto il lavoro fatto durante questo periodo ed i curricula dei componenti del team.
Il prossimo obiettivo è quello di migliorare le applicazioni per rendere ancora più soddisfacente l’esperienza utente e nello stesso tempo incrementare il numero degli utilizzatori.

I sacrifici fatti da questi ragazzi hanno creato lavoro per i prossimi dipendenti della bleenka srl, lavoro che si spera nel prossimo futuro possa aumentare sempre più.
Di esempi positivi non ci si deve mai stancare di parlare!

La passione e il lavoro scalzeranno la corruzione

ingegnere informaticoNel secondo dopoguerra nel nostro paese c’erano dei percorsi formativi e di istruzione avanzata alla conclusione dei quali era naturale che chi arrivava alla fine trovasse, senza nemmeno troppa fatica, un modo di lavorare percependo un reddito congruo alla propria istruzione. La generazione dei nostri genitori ha dovuto cercare un lavoro, con il passare del tempo era diventato più complicato trovarlo e bisognava istruirsi di più e meglio e nello stesso tempo impegnarsi di più e più a fondo, per incontrare un’offerta di lavoro compatibile con la propria domanda.

La mia generazione, purtroppo, credo che debba inventarselo un lavoro oppure aspettare che gli cada dal cielo!

Spero invece che la generazione di mio figlio non conoscerà i problemi legati alla disoccupazione e alle difficoltà che i giovani affrontano nel nostro tempo, perchè la creazioni di nuovi lavori verrà accompagnata attraverso community che aiuteranno l’evolversi della propria passione in lavoro.

L’evoluzione scalzerà la corruzione e l’immobilismo degli uomini del nostro tempo che per arricchirsi hanno sfruttato ed usato tutto ciò che potevano!

P.S Negli ultimi giorni sono stato inserito più volte come prossimo candidato a sindaco per il comune di Gela!  Ringrazio per la fiducia i vari quotidiani e tutti gli amici e conoscenti per i vari attestati di stima. E’ sicuramente emozionante essere accostato a nomi importanti della politica gelese :-)

A Gela nasce #SHIPLAB

ship_quadratoSolamente un anno fa in questo post vi parlavo della creazione di un ecosistema per le startup e di quanto sia difficile in Italia cercare finanziamenti per poter realizzare e mettere in pratica le proprie idee! In Sicilia e nel comprensorio di Gela queste difficoltà sono accentuate per gli atavici problemi che ci portiamo dietro.

Nonostante ciò però sono nate, nell’ultimo anno, le community Google Developer Group GelaCoderdojo Gela; a dimostrazione del fatto che c’è tanta gente che ha voglia di fare e come laboriose formichine cerca di costruire qualcosa di impensabile.

#shiplabUna pietra fondamentale per la costruzione dell’impensabile la si è poggiata il 7 Ottobre 2014, data in cui 14 indomiti sognatori hanno costituito l’associazione di promozione sociale #SHIPLAB che ha come obiettivo la divulgazione di tutte le tematiche inerenti l’innovazione.

Coworking, Accelerazione, Networking queste sono le parole d’ordine che la ciurma di #SHIPLAB si prefigge di portare avanti a vele spiegate, costituendo una piattaforma di confronto che possa aiutare la nascita di progetti validi. Progetti che in tempi brevi dovranno essere trasformate in vere e proprie startup da inserire velocemente nel mercato del lavoro!

L’Associazione nasce dopo la startup school di 5 giorni organizzata nel mese di luglio 2014 dalla fondazione Enrico Mattei. Tante le iniziative che in breve tempo la poderosa ciurma sta portando avanti e tanti sono i giovani ed i meno giovani che si stanno avvicinando a questa nuova avventura!

In futuro ne vedremo sicuramente delle belle, per il momento #SHIPLAB c’è ed io sono immensamente onorato di esserne il presidente!

 

A Gela Renzi non risponde

renziCaro presidente del consiglio Matteo Renzi ti ricordi di me? Ad aprile 2014 in un #matteorisponde  ti feci la seguente domanda che ti ha fatto andare su tutte le furie: “Tutti sappiamo che il discorso degli 80 euro è solamente propaganda elettorale! Meglio l’uovo oggi che la gallina domani?” Tu mi rispondesti che era una rivoluzione tra stato e cittadini… scusami ma questa rivoluzione io ancora oggi non la vedo! Lo stesso sottosegretario Del Rio si aspettava un effetto maggiore sull’economia da parte di questi fatidici 80 euro!

Il 14 Agosto, a proposito di uova e galline, hai fatto visita alla mia città Gela che negli anni si è legata economicamente e morbosamente allo stabilimento ENI! Stabilimento che negli anni ha dato tanto lavoro e che fino a qualche anno fa era il posto più ambito da parte di tanti adolescenti che finivano i propri studi! Tutti sapevano che per entrare all’ENI bisognava trovare una bella raccomandazione da parte del politico, del dirigente, del sindacalista o perchè no anche da una parte del clero!

Oggi, purtroppo o per fortuna, la crisi ci ha svegliati ed ha fatto finire le uova! Si perchè la mia meravigliosa città in questi anni avrebbe meritato davvero tanto ma spesso è rimasta intrappolata da tutta quella classe dirigenziale che ha sempre preferito l’uovo e non la gallina! Ma oltre alla classe dirigenziale si sono accontentati dell’uovo molti e forse troppi gelesi che oggi si stanno rendendo conto del baratro sociale a cui questa città è destinata!

Hai parlato di innovazione in un luogo, il consiglio comunale di Gela, famoso per la mancanza atavica del numero legale da parte dei consiglieri comunali! Insomma un luogo dove non si decide e quando si decide lo si fa male!

Visto come è andata la tua visita a Gela, mi sa che ad oggi resto il gelese che ti ha fatto la domanda più scomoda!

Il 7 Novembre hai detto che ritornerai a Gela, spero che per quel giorno ci saranno meno selfie e più confronto magari in luoghi dove tanti giovani gelesi stanno provando a rilanciare con l’innovazione questa città!

Come hai ben detto il sud deve ripartire dai cittadini allora ti invito ad incontrare quella gente che fa di tutto per non accontentarsi dell’uovo ed ambire alla gallina!

A presto…